Mese: settembre 2018

FICHI CARAMELLATI ANTICA RICETTA ROMAGNOLA

FICHI CARAMELLATI ANTICA RICETTA ROMAGNOLA

Questa ricetta appartiene alle tradizioni romagnole. Nelle fredde serate invernali, quando in cucina si sprigionavano i tepori della stufa a legna, sulla tavola imbandita per la cena, era un piacere per gli occhi e per la gola: piadina calda, squacquerone o ricotta fresca e fichi […]

CONFETTURA DI PERE

CONFETTURA DI PERE

Preparare marmellate e confetture in casa da molta soddisfazione, certamente occorre armarsi di pazienza ma un mescolatore automatico può diventare un valido aiuto, ve lo consiglio così come consiglio una fitta retina di metallo, da usare come coperchio, per ripararvi dagli schizzi.  Ingredienti: 1kg. di pere […]

CONFETTURA DI PRUGNE E MELE

CONFETTURA DI PRUGNE E MELE

Ingredienti:

  • 2 kg. di prugne 
  • 2 kg. di mele
  • zucchero (400 gr. per ogni kg. di polpa di frutta)
  • succo di limone

Lavare bene sotto acqua corrente le prugne e le mele e lasciarle sgocciolare.

Tagliare a metà le prugne privandole dei noccioli e tagliare a pezzetti le mele togliendo il torsolo ma lasciando la buccia.

Mettere mele e prugne in una pentola su fuoco con qualche cucchiaio di acqua e quando saranno ben tenere, togliere dal fuoco e fare un poco intiepidire.

Passare al passa verdure la frutta e pesare la polpa ottenuta.

In un tegame capiente mettere mezzo bicchiere d’acqua con lo zucchero in quantità di 400 gr.  per ogni kg. di polpa di frutta, mescolare e unire sempre mescolando, anche la polpa e il succo di mezzo limone.

Mescolare spesso e fare cuocere la confettura fino ad ottenere la giusta consistenza, generalmente dopo un’ora, o un’ora e trenta; la prova piattino è sempre valida: qualche goccia sul piattino inclinato, se scendono  lentamente è ora di invasare.

Intanto si saranno messi in forno a 120° i vasetti di vetro (solo i vasetti, no i sigilli che dovranno essere nuovi e intatti) – in forno dovranno restarvi per non meno di 10 minuti.

Una volta pronta la confettura, con l’aiuto di guanti da forno e strofinacci, togliere i vasetti dal forno e riempirli fino ad un cm. dall’orlo, chiuderli ermeticamente e posizionarli capovolti fra una coperta.

Si formerà, così, il sottovuoto.

Quando i vasetti si saranno raffreddati, si potranno riporre in dispensa, da ricordare e questo è importante, che il sigillo (tappo) non sia rigonfio e non faccia il classico “click”, in questo caso sarà bene buttare il vasetto.

 

CONFETTURA DI MORE E MELE SELVATICHE

CONFETTURA DI MORE E MELE SELVATICHE

La preparazione di questa confettura è un poco più impegnativa del solito per via dei mille semini delle more; lo scarto sara abbondante, ed è per questo motivo che si potrà passarla due volte al passa verdure  e la seconda volta si dovrà pulire la […]