GNOCCHI DI PATATE

GNOCCHI DI PATATE

Preparare gli gnocchi di patate è abbastanza semplice, serve solo un po’ di pazienza e, sembra incredibile ma se si preparano in armonia e con amore, diventeranno buonissimi! Certo servono patate buone e la farina, il cui peso qui è indicativo, può essere aumentata  di un poco dipende dalle patate e dal loro potere di assorbimento;  la farina non deve essere troppo scarsa altrimenti gli gnocchi si scioglieranno durante la cottura; un altro accorgimento, non aggiungo sale perché l’aggiungo all’acqua di cottura inoltre per gli gnocchi scelgo un condimento saporito; non aggiungo uova all’impasto perché l’uovo lega l’impasto, ma lo rende più pastoso; la ricetta per i gnocchi di patate preparati anticamente e anche secondo Pellegrino Artusi e questa:

Ingredienti per 4 – 5 persone:

  • 1 kg. patate a pasta gialla
  • 300 g. farina

Scegliere delle patate possibilmente della stessa dimensione, lavarle bene e farle lessare con la buccia.

Scolarle, pelarle e passarle allo schiacciapatate sul tagliere, aggiungere la farina e con le mani lavorare e impastare velocemente.

L’impasto dovrà risultare abbastanza soffice ma compatto: se la farina sarà troppa, gli gnocchi diventeranno duri; se la farina sarà scarsa, si sfalderanno durante la cottura.

Dall’impasto staccarne un pezzo per volta, arrotolarlo fra le mani sul tagliere infarinato, ricavandone dei cilindri lunghi, dallo spessore di un dito circa.

Ritagliarne dei pezzetti ci circa 2 o 2,5 cm. spolverare leggermente di farina poi passarli, uno per volta, sul rovescio di una grattugia o sui rebbi di una forchetta, premendo leggermente con il pollice in modo che da una parte siano rigati e dall’altra ci sia un incavo.

Distenderli a mano a mano, su un tovagliolo e infarinare leggermente.

Continuare così fino a terminare tutto l’impasto.

Cuocerli in acqua bollente salata per pochi minuti e toglierli con un ramaiolo man mano che affiorano, adagiarli in un piatto capiente e condirli a piacere,

Servirli, comunque, sempre ben caldi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *